Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

EnergiaVicina | 22/10/2020

Scroll to top

Top

Quanto si risparmia con l’energia solare? Te lo dice Google

Quanto si risparmia con l’energia solare? Te lo dice Google
Redazione

Il modo più semplice per iniziare a sfruttare l’energia pulita del sole? Aprire Google Map! Con il nuovo “Project Sunroof”, Google ha messo a disposizione dei suoi utenti un nuovo servizio che permetterà di valutare il potenziale di un impianto a energia solare con semplicità inaudita.

Tutti dovrebbero poter avere accesso alla fonte di energia che rappresenta il sole. La sensibile riduzione dei costi di installazione degli impianti ha dato un grande input ai privati per iniziare a risparmiare nella bolletta con energia pulita, come abbiamo visto in un recente post.

Per rendere ancora più semplice la vita a chi ha in mente di installare dei pannelli solari, l’impiegato di Google Carl Elkin ha pensato: perché non creare un tool online ed evitare così alla gente di salire sui tetti? Nasce così il Project Sunroof (https://www.google.com/get/sunroof/about/) che sfrutta la stessa mappa ad alta risoluzione usata da Google Earth per calcolare il potenziale di energia solare del proprio tetto.

Prendendo in considerazione l’orientamento del tetto, la quantità d’ombra creata da alberi o abitazioni vicine e le condizioni climatiche della zona, il tool calcola la quantità di luce solare che colpisce il tetto nell’arco dell’anno. Grazie a queste informazioni, inoltre, Google Project Sunroof sarà in grado di stimare quanto i pannelli faranno risparmiare ai proprietari di casa sulla bolletta domestica.

Con sotto mano dei numeri concreti sarà più semplice valutare l’effettiva convenienza di un impianto ad energia solare e, ovviamente, ci penserà sempre Google a metterci in contatto con i fornitori della nostra zona.

Per il momento questo prezioso strumento è a disposizione solo degli abitanti di San Francisco Bay, Fresno e Boston, ma è intenzione di Google estendere presto il servizio a tutti gli Stati Uniti e oltre. Ovviamente si spera che arrivi presto anche in Italia, in modo che sempre più persone siano stimolate a sfruttare il sole come fonte di energia pulita. 

Shares
Share This