Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

EnergiaVicina | 19/09/2017

Scroll to top

Top

Bonus sociale

Il bonus sociale sulle forniture di gas ed energia elettrica è uno sconto sulla bolletta, introdotto dal Governo e reso operativo dall’Autorità per l’energia elettrica, il gas ed il sistema idrico con la collaborazione dei Comuni, per assicurare un risparmio sulla spesa per l’energia alle famiglie in condizione di disagio economico, disagio fisico (solo per il bonus elettrico) e alle famiglie numerose.

Per farne domanda occorre compilare gli appositi moduli e consegnarli al proprio Comune di residenza o presso altro istituto eventualmente designato dallo stesso Comune (ad esempio i Centri di Assistenza Fiscale CAF).

I moduli sono disponibili sul sito dell’Autorità
Approfondimento GAS
Approfondimento ENERGIA ELETTRICA 

BONUS GAS

Il bonus vale esclusivamente per il gas metano distribuito a rete (e non per il gas in bombola o per il GPL), per i consumi nell’abitazione di residenza.

Può essere richiesto da tutti i clienti domestici che utilizzano gas naturale con un contratto di fornitura diretto o con un impianto condominiale, se in presenza di un indicatore ISEE:
• non superiore a 7.500 euro,
• non superiore a 20.000 euro per le famiglie numerose (con più di 3 figli a carico).

Ogni anno l’Autorità determina il bonus in modo da consentire un risparmio del 15% circa sulla spesa media annua presunta per la fornitura di gas naturale (al netto delle imposte).

Il valore del bonus è differenziato:
• per tipologia di utilizzo del gas (solo cottura cibi e acqua calda; oppure cottura cibi, acqua calda e riscaldamento insieme);
• per numero di persone residenti nella stessa abitazione;
• per zona climatica di residenza (in modo da tenere conto delle specifiche esigenze di riscaldamento delle diverse località);

BONUS ENERGIA ELETTRICA

Può essere richiesto da tutti i clienti domestici intestatari di un contratto di fornitura elettrica per l’abitazione di residenza con potenza impegnata fino a 3 kW (nucleo famigliare di massimo 4 persone con stessa residenza), o fino a 4,5 Kw (nucleo famigliare superiore a 4 persone con stessa residenza) e che:
• siano appartenenti ad un nucleo familiare con indicatore ISEE non superiore a 7500 euro;
• siano appartenenti ad un nucleo familiare con più di 3 figli a carico e ISEE non superiore a 20.000 euro
• presso di essi viva un malato grave che debba usare macchine elettromedicali per il mantenimento in vita (in questo caso senza limitazioni di residenza o potenza impegnata).

Nel caso di famiglie in condizioni di disagio economico e per le famiglie numerose, il bonus consente un risparmio pari a circa il 20% della spesa annua presunta (al netto delle imposte) per una famiglia tipo. Il valore è differenziato a seconda del numero dei componenti della famiglia.
Per l’anno 2015 è di:
• 71 euro per una famiglia di 1 o 2 persone
• 90 euro per 3 o 4 persone
• 153 euro per più di 4 persone
• per i soggetti in gravi condizioni di salute il valore del bonus dal 2013 è stato modificato e differenziato in base al numero di apparecchiature medico-terapeutiche salvavita utilizzate e al tempo giornaliero del loro utilizzo.

Shares
Share This