Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

EnergiaVicina | 23/02/2020

Scroll to top

Top

Come far risparmiare la tua azienda con alcuni interventi a basso costo

Come far risparmiare la tua azienda con alcuni interventi a basso costo
Redazione

Un impegno ecologico conveniente

Il risparmio energetico in ambito aziendale è ormai diventato una necessità impellente. Ammodernare la nostra impresa secondo i più elevati standard tecnologici può tuttavia comportare delle spese significative: si tratta di un investimento che nel lungo termine frutterà un risparmio consistente.

Ciononostante, è possibile effettuare alcuni interventi mirati a risparmiare energia senza alcuna spesa o con un budget molto limitato.

Risparmiare con poche risorse: si può!

Proponiamo qui di seguito alcuni interventi a basso costo e volti al conseguimento di un sensibile risparmio energetico per la vostra azienda.

Il primo consiglio è di effettuare il rifasamento degli impianti elettrici: quest’operazione, infatti, si può ripagare nel giro di pochi mesi. Il rifasamento ha lo scopo di diminuire le perdite d’energia e ridurre l’assorbimento di potenza “apparente” per mezzo dell’inserimento di condensatori in parallelo ai motori delle batterie, così da riportare in “fase” tensione e corrente.

Un’altra soluzione è rappresentata dai motori ed azionamenti elettrici. Si consiglia perciò di acquistare motori ad alta efficienza appartenenti alle classi A o EFF1. Questi motori hanno un consumo minore, scaldano meno e permettono di regolare la velocità, funzionando senza consistenti sprechi di energia. I motori già esistenti, invece, devono essere provvisti di un apposito piano di monitoraggio e manutenzione periodica installando azionamenti a velocità variabile in corrente alternata, ovvero i cosiddetti “inverter”.

L’illuminazione, il riscaldamento, la climatizzazione

Altri aspetti da considerare per risparmiare con interventi a basso costo sono l’illuminazione, il riscaldamento e la climatizzazione. Si consiglia caldamente di usare lampadine ecologiche in possesso delle etichette verdi U.E. di classe A, A+, A++, installare interruttori automatici a tempo e sfruttare al meglio i vantaggi dell’illuminazione naturale.

Il risparmio sul riscaldamento degli ambienti può essere favorito tramite la coibentazione di valvole, tubazioni e flange e l’installazione di valvole termostatiche sui termosifoni e cronotermostati. Altre scelte fortemente raccomandate includono l’installazione di apparecchi scaldanti a bassa temperatura e, se possibile, impianti di riscaldamento a irraggiamento. Oltre ad isolare i locali, è bene evitare i ricambi d’aria per le attività di carico e scarico merci e programmare l’installazione di porte scorrevoli ad alta velocità o bussole.

La climatizzazione dei locali, infine, incide anch’essa sul risparmio energetico aziendale: è bene perciò pulire a fondo e regolarmente i filtri e le superfici di scambio termico, mantenere gli scambi termici ed i ricambi d’aria al minimo ed installare scambiatori di calore tra la portata d’aria esterna e quella di ricambio. In tal senso, risulta utile anche schermare le finestre soleggiate, preferibilmente con adeguati schermi esterni, ombreggiare i muri con alberi, dipingere con colori chiari le superfici esterne, specialmente le coperture.

L’equilibrio giusto e la crescita sostenibile dell’azienda

Progettare, costruire oppure, come in questo caso, ammodernare un edificio industriale significa migliorare consistentemente la produttività, raggiungendo un adeguato equilibrio tra costi, efficienza e qualità. Il risparmio energetico aziendale, dunque, non va visto come un’opzione “alternativa” ma come indispensabile scelta di crescita e progresso.

Shares
Share This